L’utilizzo degli estratti di malto rende molto semplice la produzione della birra per chi è alle prime esperienze. L’estratto di malto si ottiene concentrando il mosto, ottenuto da cereali maltati (principalmente orzo e frumento). Sono disponibili sia liquidi che in polvere. L’estratto liquido (o sciroppo) contiene circa il 20% d’acqua. Il malto secco si dosa facilmente e si conserva a lungo.
Nel malto non luppolato si deve aggiungere il luppolo per conferire l’amaro e l’aroma desiderato.
Il malto non luppolato, è un eccellente sostituto dello zucchero di barbabietola o di canna, talora richiesto nelle istruzioni per la preparazione della birra.
Un utilizzo consigliato è quello di sostituire lo zucchero richiesto con il 50% di estratto di malto secco (500 gr. malto + 500 gr. zucchero per qualità base). Utilizzando un Kg. di malto secco e il 50% dello zucchero consigliato, si ottiene una birra doppio malto senza alterare l’equilibrio della ricetta originale. Con gli estratti si può preparare ogni tipo di birra. Il livello succesivo per gli appassionati è imparare ad estrarre gli zuccheri dai grani maltati (vedi ricette). Questo processo chiamato “mashing”, permette al birraio di personalizzare ulteriormente la produzione del mosto.

LIGHT : malto molto chiaro con buona percentuale di zuccheri fermentescibili. Si producono birre con discreto grado alcolico e di sapore secco (lager e pilsner). Utilizzato per sostituire lo zucchero nei malti preparati e attivare la fermentazione secondaria in bottiglia.

AMBER : malto ambrato, perfetto per otttenere pale ale, bitter e birre rosse. Aggiunto ai malti preparati rende morbida e rotonda la birra.

DARK : estratto 100% d’orzo, scuro e meno fermentescibile del Light, dà più corpo e sapore di malto alla birra. Può essere utilizzato insieme all’amber e al light per ottenere una varietà di birre scure

WHEAT : colore giallo paglierino, è composto per il 55% da frumento e il 45% d’orzo. Ottima percentuale di zuccheri fermentescibili con gradevole gusto secco. Con il malto di frumento si migliora anche la tenuta della schiuma.
Torna indietro

CONDIVIDI
Articolo precedenteLievito
Articolo successivoChiarificante

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here