Il malto, di regola ottenuto dall’orzo o dal frumento, conferisce alla birra la corposità ed il colore. In Germania le birre a bassa fermentazione possono essere prodotte solo con malto d’orzo: rientrano fra queste per esempio gli stili “Lager” chiara o scura, “Export” e “Pils”.

L’ orzo distico estivo da birra è una coltura cerealicola particolare: si tratta infatti di varietà selezionate esclusivamente per l’impiego birrario. Per  le birre ad alta fermentazione, invece, si possono utilizzare anche altri cereali. In Baviera la birra ad alta fermentazione più diffusa è la “Weißbier”, prodotta con almeno il 50% di malto di frumento. Specialità regionali a base di malto di segale, di farro, o di miscele di malti di cereali diversi arricchiscono la gamma delle birre ad alta fermentazione offerte ai Consumatori. I Birrai Bavaresi utilizzano annualmente circa 300.000 tonnellate di malto d’orzo e 750.000 tonnellate di malto di frumento.

La loro predilezione va agli orzi coltivati sul territorio, che sono di alta qualità birraria.

Per approfondire:

Libro “Il malto” di John Mallet

Libro “Malt” di John Mallet

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here