Irish Beer Amber Stile Kilkenny

Per produrre 23 litri di birra ambrata. Clone della Kilkenny.

INGREDIENTI PER 23 lt QUANTITA’
malto Crystal 500 gr.
estratto di malto liquido Light 3 kg
luppolo Challenger 56 g (55 min.)
luppolo Fuggle 14 g (15 min.)
Irish Moss 10 gr
lievito Wyeast London Ale n°1028 125 ml
zucchero (carbonatazione) 100 g

 

MASHING Proteolisi 50 °C – 15 min
Saccarificazione 57 °C – 20 min
67 °C – 75 min
BOLLITURA (totale) 75 min.
DENSITA’ INIZIALE 1045
DENSITA’ FINALE 1015
ALCOOL 4,3 % vol.
COLORE 40 EBC
AMARO 29 IBU
CO2 2,5 vol.

Metodo di preparazione:

– Mettere in una pentola 4 litri di acqua, portare in ebollizione, attendere qualche minuto in modo che la temperatura dell’acqua scenda leggermente, aggiungere i malti macinati e lasciare in infusione per 15/20 minuti.
– Filtrare il tutto con un colino non tanto sottile in una pentola più grande e risciacquare con acqua calda i grani macinati che restano nel colino fino ad ottenere circa 10 litri di mosto.
– Sciogliere l’estratto di malto nel mosto caldo e portare a ebollizione lenta mescolando accuratamente per evitare che l’estratto non ben sciolto bruci.
– Dopo 5 minuti di bollitura aggiungere 56 gr. (4 plugs) di luppolo Challenger e mescolare bene, facendo bollire il tutto per 55 minuti. Aggiungere quindi ancora 14 gr. (1 plug) di luppolo Fuggle e continuare la bollitura per altri 15 min.
– Dopo aver messo nel fermentatore 10 litri di acqua fredda, versarci il mosto appena preparato che sarà stato precedentemente raffreddato, passandolo attraverso un colino per separare il luppolo bollito.
– Completare con acqua fredda il riempimento del fermentatore fino a 23 litri.
– Quando il mosto così ottenuto presenta una temperatura di circa 20 gradi, aggiungere il lievito e, dopo aver chiuso accuratamente il fermentatore con il coperchio provvisto della valvola di sfiato, far fermentare in un luogo tiepido ( 18-24 ºC) per 5/6 giorni. Durante il periodo di fermentazione, si possono togliere con una schiumarola i coaguli di luppolo e proteine che si formano in superficie, avendo cura di sterillizzare prima la schiumarola e di non lasciare troppo il mosto al contatto con l’aria.

Imbottigliamento:

– Al termine della fermentazione primaria e verificato con il densimetro che la densità rimanga fissa sullo stesso valore a distanza di 24 ore, si procede all’imbottigliamento aggiungendo lo zucchero necessario per la fermentazione secondaria in bottiglia.
– Lo zucchero può essere aggiunto versandolo direttamente nelle bottiglie in proporzione di 4-5 grammi per litro (circa 1 cucchiaino per 1/2 litro) oppure, dopo aver decantato il mosto fermentato in un altro recipiente accuratamente pulito e sterilizzato, aggiungere 100 grammi di zucchero precedentemente sciolto in 1/4 di litro di acqua bollita e mescolare bene senza ossigenare
– È importantissimo che le bottigliette siano accuratamente pulite e sterilizzate prima del riempimento.
– Una volta tappate, le bottiglie vanno lasciate in luogo tiepido (18-24 gradi) per due tre giorni e poi riposte in luogo più fresco (cantina).
– Lasciate passare almeno una decina di giorni prima dell’assaggio, tenendo presente che la maturazione ed il conseguente miglioramento delle caratteristiche organolettiche proseguono nei primi 2 mesi.

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here