Tutte le materie prime per la cotta verranno scontate del 10% e l’intero ordine verrà spedito gratuitamente (per attivare la promozione inserire i prodotti nel carrello)!

Articolo tratto da MOBI:

Questo evento vuole essere un modo per unire tutti gli Homebrewer italiani nel festeggiare il proprio amatissimo hobby. Il senso di questa iniziativa è di essere veramente nazionale, cioè di coinvolgere gli Homebrewer di tutta Italia, dovunque si trovino. Per la nona edizione MoBI organizza un “Megacotta” nazionale, con ricetta fissata (vedi sotto). L’invito è diretto a tutti gli Homebrewer e alle associazioni (iscritti a MoBI e non). L’idea è che tutti quelli che vogliono partecipare il 28/10 effettuino la Megacotta in contemporanea (non siamo fiscali sull’orario :)). La Megacotta può essere eseguita da soli, in gruppo, in casa, nella sede dell’associazione, all’interno di un evento pubblico… insomma come e dove vi pare!!!! Tutti coloro che vorranno condividere la propria esperienza potranno farlo tramite foto e filmati, partecipando al MoBI contest come indicato sulla pagina facebook di MoBI! Il vincitore potrà portarsi a casa una delle pubblicazioni MoBI a scelta tra quelle a catalogo 😉

Roggenbier

La birra prodotta, oltre ad essere bevuta in compagnia, potrà essere presentata ad una tappa del concorso MoBI, solitamente la tappa della “Megacotta”.

Vengono proposte 2 varianti, con percentuali diverse di segale. In entrambi i casi si consiglia l’uso della lolla di riso per semplificare la filtrazione.

La ricetta si tiene sul fronte basso degli EBC e non considera uso di malti che tipicamente appaiono nelle varianti “americane” proprio per rimanere aderenti al progetto di esplorazione delle ricette storiche. La versione hard usa comunque il 50% di segale (si arriva anche al 60%).

Viene usato Carafa III special (malto decorticato) in percentuale variabile tra le due ricette.

Per semplificare non viene usata la tecnica di decozione, viene saltato il ferulic rest per non creare eccessi di fenoli, che devono rimanere presenti ma non predominanti (si rimanda alla pura attività del lievito).

Vengono introdotte le percentuali per semplificare l’adattamento della ricetta dai classici impianti tradizionali (a pentola) ma anche a sistemi AIO (all in one) e/o BIAB e ai vari software che permettono i vari calcoli di correzione (ad esempio calcolo del dead space degli AIO).

Dati comuni alle due versioni

OG 1052
IBU 20 da ottenere con:
aggiunta a 60 min da fine bollitura di Perle
aggiunta di 0,5g/L di Hersbrucker a 30 min da fine bollitura

Bollitura 60 minuti

Mash in a 56°C
Protein Rest per 15 minuti a 52°C
Rampa con aggiustamento del pH a 5.4
Sosta di 40 minuti a 64°C
Rampa
Sosta a 72°C fino a saccarificazione (circa 40 minuti)
Rampa
Mash out a 77°C

Sparging con H2O a 78°C con pH a 5.8 fino a raggiungimento del volume tale per cui a fine dei 60 minuti di bollitura la OG sia 1052

Fermentazione
Raffreddare il mosto a 17°C ed inoculare Wyeast 3068
Fermentare a 18°C per 48 ore per poi innalzare la temperatura a 22°C fino ad attenuazione.

Ad attenuazione raggiunta abbassare a 18°C e sosta per 3 giorni, procedendo poi a lagering per almeno una settimana

Versione 1 (aggressiva, sostituzione del frumento maltato con segale maltata)
50% malto di segale
17.5% Monaco 2
13% Vienna
13% Pils
5% CaraMunich 2
1.5% Carafa Special 3

Versione 2 (meno aggressiva)
33% Pils
30% malto di segale
17.5% Monaco 2
13,5% Vienna
5% CaraMunich 2
1% Carafa Special 3

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.